LA STORIA
La Storia

Il primo Springer mi fu regalato da un amico, era il 1980; a quell'epoca lo Springer era poco conosciuto e anche meno utilizzato, il mio cane si chiamava Larry ed era figlio del campione assoluto Dardo Di Valmarco, incominciai a portarlo a caccia insieme ai soggetti da ferma che allora impiegavo per soddisfare la mia passione venatoria.

Da subito mi accorsi che lo Springer era naturalmente dotato di un'ottima cerca su ogni tipo di terreno, specialmente in quelli "sporchi" dove gli ausiliari da ferma stentavano ad entrare a far valere le propie doti. Fintanto che un bel giorno, mentre stavamo transitando nelle vicinanze di un canneto, Lerry s'inoltrò senza nessuna decisione fra i giunchi (senza nessun comando da parte mia) per far levare subito dopo, una coppia di germano reale che si affrettò a riportarmi dall'acqua dove erano cadute colpite dal mio piombo.
Da quel momento fui totalmente conquistato da questa magnifica razza. Pensai, che dati i pochi terreni veramente idonei rimasti liberi alla caccia, era meglio rinunciare ad un cane da "spettacolo" come quello da ferma, in favore di un cane da carniere come lo Springer. Pertanto decisi di acquistare qualche femmina, e dopo essermi rivolto a 2 allevamenti diversi, acquistai 2 femmine e ricavai solo 2 delusioni.

Poi per fortuna conobbi il guardia caccia della riserva di San Massimo allora di proprietа del Dott. De Angeli, il quale mi fece vedere sul terreno una femmina di nome Trudy che suscitò il mio entusiasmo per cerca ed avidità sul selvatico, inoltre non mancava di riporto eccezionale, tanto che decisi di acquistarla, anche perchè discendeva
da alcuni campioni da lavoro di ottime doti venatorie; accoppiai Trudy con Larry e da qui iniziò il mio vero interesse a selezionare soggetti validi, importai inoltre alcuni stalloni e fattrici inglesi creandomi una linea di ottimi cani.